T60C

Squadratrice T60C

Questa squadratrice è molteplice come i tipi di legno che lavorate.

La squadratrice T60C è l’introduzione ideale nella categoria compatta di alta gamma. Offre infatti l’equilibrio ideale tra prezzo e prestazione. Tutti i componenti essenziali della T60C presentano la qualità che potete aspettarvi da una macchina MARTIN. Una struttura mirata della macchina, abbinata ad una tecnica di comando ridotta all’essenziale, fanno della T60C un partner eccellente per chi cerca un accesso economico alla categoria superiore della segatura. Un equilibrio ideale di potenza e prezzo è la promessa di ogni T60C.
Schermo TFT a colori da 3,5” all’altezza degli occhi
Regolazione della larghezza di taglio mediante volantino
Larghezza di taglio 1.350 mm
Regolazione di precisione in entrambi gli elementi del fermo longitudinale
Regolazione di precisione della larghezza di taglio

Scoprite la squadratrice T60C dal vivo!

Comando tramite schermo

La T60C offre un sistema di comando completamente sviluppato che non ha pari nella categoria compatta di alta gamma. Grazie alla combinazione coerente di uso tradizionale e modernissima assistenza elettronica, l’utilizzatore viene aiutato in modo chiaro e appropriato alla situazione in tutti i passaggi di comando e lavoro.

Volantino per il posizionamento del fermo parallelo

La regolazione a volantino, che nella T60C fa parte della dotazione di base, consente di manovrare comodamente il righello della T60C dalla posizione di comando, senza bisogno di ricorrere ai comandi elettronici. Il display digitale integrato di facile lettura consente una regolazione precisa al decimo di millimetro per tutta la larghezza di taglio di 1.300 mm; il righello è bloccato o rilasciato anch’esso dalla posizione di comando.

Telaio a squadrare

La guida forzata in acciaio MARTIN, sottoposta a costanti ottimizzazioni, viene utilizzata dal 1959 come guida forzata in acciaio per le nostre squadratrici. Il vantaggio imbattibile del sistema consiste nell’assenza di gioco legata al principio e nel costante scorrimento dolce del tavolo. Una particolare caratteristica di qualità è il fatto che le superfici di scorrimento temprate vengono mantenute umide d’olio. In questo modo si impedisce che la polvere e lo sporco possano incrostarsi sulle piste, mentre il movimento del tavolo assicura una costante auto-pulizia. Un’ulteriore caratteristica di qualità è la rinuncia a qualsiasi pezzo in plastica in questo componente così importante per la qualità del taglio. Il labbro del tavolo avvitato, esclusivo di MARTIN, consente di “riparare” facilmente i danni causati dallo scorrimento di lame di grandi dimensioni. Il tavolo può essere fermato ogni 20 mm, in modo da bloccarlo esattamente nella posizione che risulti più utile in un determinato momento. Sia che si tratti di lavori da eseguire con calibri di taglio o che vi si riponga sopra il materiale, il tavolo resta sempre collocato nel punto in cui è necessario.

Fermo longitudinale

Gli esperti ritengono che la regolazione di precisione sia una caratteristica di qualità irrinunciabile di un buon fermo longitudinale. Spesso si rende necessario modificare la misura del taglio di una piccolezza, il che è praticamente impossibile senza una regolazione di precisione. Tanto meglio, dunque, che in una T60A i due elementi di fermo del fermo longitudinale siano provvisti di una regolazione di precisione con lente d’ingrandimento. Il fermo longitudinale si caratterizza anche per la scorrevolezza delle slitte di fermo. I due corsoi di fermo scorrono su cuscinetti radenti
lineari di qualità in polimero ad alte prestazioni resistente all’usura e possono essere utilizzati per l’intera lunghezza della squadra guida. Il fermo longitudinale può essere utilizzato nelle posizioni anteriore e posteriore del tavolo trasversale senza necessità di sollevarlo, mediante semplice scivolamento. In entrambe le posizioni si può regolare l’angolo di inclinazione di 50° in continuo
secondo la scala. Per qualsiasi angolo, il comando calcola comodamente e con esattezza la misura di taglio corretta.

Guida del fermo parallelo

La struttura del fermo parallelo rinuncia intenzionalmente ad una semplice guida a barre tonde. Il fermo è invece guidato su
quattro cuscinetti a sfere a gola profonda robusti, precisi e di qualità, mentre il righello scorre liberamente sul tavolo senza supporto. Se si desidera suddividere pannelli di grandi
dimensioni, è possibile togliere il fermo dal carrello con un rapido gesto.

Larghezza di taglio 1.350 mm

La larghezza di taglio standard della T60C è di 1.350 mm, come opzione la macchina è disponibile anche con 850 mm.

T60C Automatic

• Schermo TFT a colori da 3,5” all’altezza degli occhi compreso
• Regolazione elettronica dell’altezza e dell’angolo di taglio compresa
Regolazione della larghezza di taglio mediante motore elettrico compresa
• Indicazione digitale della larghezza di taglio nel comando compresa
• Regolazione di precisione della larghezza di taglio compresa
• Larghezza di taglio di 1.350 mm compresa
• Lunghezza del telaio a squadrare di 3.000 mm compresa
• Altezza di taglio massima di 130 mm compresa
• Regolazione di precisione con i due corsoi del fermo longitudinale compresa
placeholder-img
Controlli e caratteristiche

Gruppo incisore

Il gruppo regola la posizione di incisione di sinistra/destra in base ai dati lama memorizzati, in modo specifico e completamente automatico. L’altezza d’incisione viene stabilita elettronicamente, anche la regolazione è automatizzata. I percorsi di regolazione dei due assi sono indicati in modo chiaro e facilmente comprensibile. La regolazione di precisione eventualmente necessaria diventa un gioco da ragazzi. Ovviamente tutte le regolazioni vengono memorizzate e non si perdono quando si spegne il gruppo o la macchina. Una particolarità di questo incisore è il sollevamento/abbassamento pneumatico delle lame di incisione. In questo modo si può attivare il gruppo in pochi secondi e disattivarlo con la stessa rapidità. Ciò riduce l’inquinamento acustico e aumenta la sicurezza.

SafeLight

Quando l’incisore è in funzione, la luce integrata nell’inserto tavola richiama inoltre l’attenzione dell’operatore sulla specifica situazione di funzionamento. MARTIN offre così all’utilizzatore un notevole supplemento di sicurezza.

Scribe-Master

Il sistema di lame incisore “ScribeMaster” permette una regolazione facile della larghezza di incisione sul gruppo incisore fermo. Non è più necessario complicarsi la vita con le rondelle di spessore tra le lame incisore.

Tavolo trasversale

Il tavolo trasversale stabile rientra nell’equipaggiamento di base della sega T60A. Il fermo longitudinale può essere utilizzato nella parte anteriore e posteriore del tavolo trasversale mediante semplice scivolamento. L’ampia scala di angolazione integrata nel tavolo consente, mediante semplice rotazione del fermo longitudinale, di ottenere tagli angolari esatti compresi tra 0° e 50°.

Tavolo trasversale a parallelogramma

Sono già passati 50 anni da quando Otto Martin inventò il tavolo trasversale a parallelogramma per consentire agli utilizzatori tagli angolari esatti anche su pezzi di grandi dimensioni. Da allora questo popolare accessorio è stato modificato e perfezionato costantemente. Laddove nel tavolo del 1958 bastava una scala per l’angolo, il tavolo attuale offre una moderna indicazione digitale dell’angolo e una regolazione di precisione dell’angolo. Il fermo si può girare di 47° su entrambi i lati, l’angolo è indicato con una risoluzione di 0,01°. Un solido bloccaggio centrale garantisce un’affidabile riproducibilità dell’angolo destro. Non è un caso che oggi più di tre quarti dei clienti che usano squadratrici MARTIN si affidino alla robustezza, precisione e funzionalità di questa utile invenzione.

Fermo longitudinale a 2 punti

Come opzione è possibile dotare anche la T60C del collaudato fermo longitudinale a 2 punti di Martin, pertanto è possibile collocare il pezzo su due punti. Solo in questo modo si possono praticare esattamente ad angolo anche i tagli leggermente convessi, ad esempio quelli causati da tensioni del pannello. Grazie alla scala ben leggibile, mediante lente d’ingrandimento integrata, e alla regolazione di precisione di serie per l’elemento di fermo interno, è possibile regolare lunghezze di taglio da 190 a 2020 mm rapidamente e con estrema precisione. Il serraggio rapido consente di cambiare rapidamente da una misura all’altra dell’elemento di fermo che scorre su cuscinetti a sfere e di tagliare fino a 3310 mm di lunghezza con il fermo estensibile.
Se si preferisce lavorare con misure digitali esatte, il fermo longitudinale digitale (figura) è la scelta giusta: il fermo interno e quello esterno funzionano con dispositivi di misurazione indipendenti e sono dunque regolabili separatamente con una precisione al decimo. Ogni indicazione può essere convertita all’indicazione di misura relativa, ad es. per praticare velocemente tagli a misura in catena.

Fermo longitudinale con appoggio continuo

A scelta è anche possibile dotare la T60C del pesante fermo longitudinale ribaltabile con appoggio continuo. Questa versione è più pesante rispetto all’esecuzione standard. Come in un appoggio a 2 punti, l’elemento di fermo interno può essere regolato esattamente con la regolazione di precisione e la lente di ingrandimento a scala. Il serraggio rapido dell’elemento di fermo consente di cambiare rapidamente la misura tra 205 e 2020 mm, mentre con il fermo estraibile si possono regolare lunghezze fino a 3310 mm.
Nella variante digitale (figura), il fermo offre la massima precisione di misura. Due indicatori LED di facile lettura lavorano in modo indipendente con una precisione di 0,1 mm. Sono possibili anche regolazioni incrementali delle misure, e in questo modo si può lavorare molto rapidamente la dimensione incrementale.

MitreX

Il fermo, che funziona a scelta in modo analogico o digitale, si caratterizza per la grande precisione di regolazione dovuta alla scala di angolazione di grandi dimensioni o all’ulteriore indicazione digitale dell’angolo; gli smussi possono essere praticati da due lati. Oltre al preciso taglio angolare, nella maggior parte dei casi è necessaria anche una lunghezza esatta del pezzo. Per questo è stata prevista una compensazione della lunghezza per dieci angoli preferiti (0°, 5°, 10°, 15°, 22,5°, 30°, 45°, 50°, 60° e 67,5°). I fermi possono essere utilizzati reciprocamente e consentono lunghezze di taglio di 90 – 1.375 mm.
Una caratteristica saliente del MitreX è il legno antischegge registrato come modello di utilità, che assicura tagli senza strappi e risulta almeno altrettanto utile per i tagli su fessura. Il bloccaggio con una mano agevola il fissaggio al telaio a squadrare. Il fermo è molto stabile e tuttavia leggero e viene fornito con supporto a parete.

Sistema di serraggio e fermo

Il sistema di serraggio e fermo per la squadratrice serve a tagliare i pezzi in modo ergonomico, sicuro e razionale. Il nuovo sistema costituisce un’efficace dispositivo di sicurezza che può essere montato e regolato in un batter d’occhio senza necessità di utensili. Quando si tagliano pezzi inclinati, corti, sottili e cuneiformi di grandezze diverse, capita spesso di ignorare le norme sulla sicurezza del lavoro, semplicemente perché senza di loro si presume di lavorare più velocemente. Il nuovo dispositivo di sicurezza per squadratrici pone fine alle scuse, perché permette di lavorare in sicurezza senza perdere tempo, velocemente e senza utensili. Il sistema di serraggio e fermo è disponibile in una versione standard e una comfort. Per entrambe le varianti, un pannello organizzatore da montare sulla parete assicura che i singoli componenti del dispositivo di protezione siano sempre al loro posto e velocemente accessibili.

Tavolo anteriore

Per tagliare i pezzi più lunghi e sottili, è meglio ricorrere all’apposito sostegno. Il tavolo anteriore ribaltabile opzionale aiuta a condurre in sicurezza il pezzo lungo il fermo parallelo.

Secondo piano di appoggio

Il secondo piano di appoggio opzionale fornisce un sostegno nel senso letterale del termine. Agganciato semplicemente al telaio a squadrare, semplifica in modo decisivo il taglio di pannelli di grandi dimensioni. I pezzi vengono sostenuti saldamente dal piano di appoggio di 600 mm di lunghezza e possono essere così tagliati alla perfezione.
Con l’opzione “fermo parallelo”, il piano di appoggio diventa un perfetto fermo parallelo che fornisce un ausilio perfetto ad esempio nei lavori di squadratura.

Accensione/spegnimento nel telaio a squadrare

Il commutatore opzionale per l’accensione e lo spegnimento della lama principale e dell’incisore offre la possibilità di avviare e spegnere in sicurezza la macchina da qualsiasi punto del telaio a squadrare. Può essere posizionato senza necessità di utensili e offre un alto grado di flessibilità. Ad esempio è possibile posizionare in un primo momento i pannelli grandi e poi avviare comodamente la macchina dalla posizione di comando, qualunque essa sia.

Dispositivo a squadrare “Besäumfix”

Il taglio di pannelli impiallacciati o rivestiti è solo uno dei campi di applicazione del dispositivo a squadrare opzionale “Besäumfix”. Questo accessorio viene semplicemente spinto sul righello della squadratrice. Può essere usato per il taglio su fessura come alternativa al laser.
Configurazione personale T60C
Modello
La squadratrice T60C è l'introduzione ideale nella categoria compatta di alta gamma di MARTIN. Il comando della macchina offre tutto ciò di cui ha bisogno una squadratrice della MARTIN. L’altezza e l’angolo di taglio vengono regolati con motore elettrico tramite il comando, l’angolo, l’altezza e la larghezza di taglio sono indicati digitalmente. Di serie, il fermo parallelo viene inoltre regolato comodamente tramite volantino. Già nella dotazione di base, la macchina offre un’altezza di taglio di 130 mm, un motore da 5,5 kW a tre velocità e una larghezza di taglio di 1.350 mm. Il fermo longitudinale con i suoi due elementi di fermo reclinabili può essere inclinato fino a 47°.
Squadratrice T60C
Altezza di taglio
Altezza di taglio massima 130 mm con diametro della lama di 400 mm
Altezza di taglio 130 mm
Azionamento
Potenza del motore 5,5 kW
Potenza del motore 5,5 kW
Alimentazione di tensione standard: 3 ~ / 400 V - 50 Hz
Potenza del motore 7,5 kW
Alimentazione di tensione
Alimentazione di tensione standard 3 ~ / 400 volt - 50 Hz
Alimentazione di tensione 400 volt / 50 Hz
Esecuzione della macchina per tensione speciale da 3~ / 230 volt - 50 Hz
Tensione speciale 230 V / 50 Hz
Esecuzione della macchina per tensione speciale da 3~ / 210 - 240 V - 60 Hz
Tensione speciale 210 - 240 V / 60 Hz
Tensione speciale: 3 ~ / 440 - 480 volt - 60 Hz
Tensione speciale 440 - 480 volt / 60 Hz
Telaio a squadrare
La guida forzata in acciaio MARTIN, sottoposta a costanti ottimizzazioni, viene utilizzata dal 1959 come guida forzata in acciaio per le nostre squadratrici. Il vantaggio imbattibile del sistema consiste nell’assenza di gioco legata al principio e nel costante scorrimento dolce del tavolo. Una particolare caratteristica di qualità è il fatto che le superfici di scorrimento temprate vengono mantenute umide d’olio. In questo modo si impedisce che la polvere e lo sporco possano incrostarsi sulle piste, mentre il movimento del tavolo assicura una costante auto-pulizia. Un’ulteriore caratteristica di qualità è la rinuncia a qualsiasi pezzo in plastica in questo componente così importante per la qualità del taglio. Il labbro del tavolo avvitato, esclusivo di Martin, consente di “riparare” facilmente i danni causati dallo scorrimento di lame di grandi dimensioni. Il tavolo può essere fermato ogni 20 mm, in modo da bloccarlo esattamente nella posizione che risulti più utile in un determinato momento. Sia che si tratti di lavori da eseguire con calibri di taglio o che vi si riponga sopra il materiale, il tavolo resta sempre collocato nel punto in cui è necessario. Ovviamente tutte le superfici che entrano in contatto con il pezzo presentano un’anodizzazione di qualità. La lunghezza del tavolo corrisponde alla lunghezza di taglio.
Lunghezza telaio a squadrare 1,9 m
La guida forzata in acciaio MARTIN, sottoposta a costanti ottimizzazioni, viene utilizzata dal 1959 come guida forzata in acciaio per le nostre squadratrici. Il vantaggio imbattibile del sistema consiste nell’assenza di gioco legata al principio e nel costante scorrimento dolce del tavolo. Una particolare caratteristica di qualità è il fatto che le superfici di scorrimento temprate vengono mantenute umide d’olio. In questo modo si impedisce che la polvere e lo sporco possano incrostarsi sulle piste, mentre il movimento del tavolo assicura una costante auto-pulizia. Un’ulteriore caratteristica di qualità è la rinuncia a qualsiasi pezzo in plastica in questo componente così importante per la qualità del taglio. Il labbro del tavolo avvitato, esclusivo di Martin, consente di “riparare” facilmente i danni causati dallo scorrimento di lame di grandi dimensioni. Il tavolo può essere fermato ogni 20 mm, in modo da bloccarlo esattamente nella posizione che risulti più utile in un determinato momento. Sia che si tratti di lavori da eseguire con calibri di taglio o che vi si riponga sopra il materiale, il tavolo resta sempre collocato nel punto in cui è necessario. Ovviamente tutte le superfici che entrano in contatto con il pezzo presentano un’anodizzazione di qualità. Lunghezza di taglio standard 3,0 m, la lunghezza del tavolo corrisponde alla lunghezza di taglio.
Lunghezza telaio a squadrare 3,0 m
La guida forzata in acciaio MARTIN, sottoposta a costanti ottimizzazioni, viene utilizzata dal 1959 come guida forzata in acciaio per le nostre squadratrici. Il vantaggio imbattibile del sistema consiste nell’assenza di gioco legata al principio e nel costante scorrimento dolce del tavolo. Una particolare caratteristica di qualità è il fatto che le superfici di scorrimento temprate vengono mantenute umide d’olio. In questo modo si impedisce che la polvere e lo sporco possano incrostarsi sulle piste, mentre il movimento del tavolo assicura una costante auto-pulizia. Un’ulteriore caratteristica di qualità è la rinuncia a qualsiasi pezzo in plastica in questo componente così importante per la qualità del taglio. Il labbro del tavolo avvitato, esclusivo di Martin, consente di “riparare” facilmente i danni causati dallo scorrimento di lame di grandi dimensioni. Il tavolo può essere fermato ogni 20 mm, in modo da bloccarlo esattamente nella posizione che risulti più utile in un determinato momento. Sia che si tratti di lavori da eseguire con calibri di taglio o che vi si riponga sopra il materiale, il tavolo resta sempre collocato nel punto in cui è necessario. Ovviamente tutte le superfici che entrano in contatto con il pezzo presentano un’anodizzazione di qualità. La lunghezza del tavolo corrisponde alla lunghezza di taglio.
Lunghezza telaio a squadrare 3,3 m
La guida forzata in acciaio MARTIN, sottoposta a costanti ottimizzazioni, viene utilizzata dal 1959 come guida forzata in acciaio per le nostre squadratrici. Il vantaggio imbattibile del sistema consiste nell’assenza di gioco legata al principio e nel costante scorrimento dolce del tavolo. Una particolare caratteristica di qualità è il fatto che le superfici di scorrimento temprate vengono mantenute umide d’olio. In questo modo si impedisce che la polvere e lo sporco possano incrostarsi sulle piste, mentre il movimento del tavolo assicura una costante auto-pulizia. Un’ulteriore caratteristica di qualità è la rinuncia a qualsiasi pezzo in plastica in questo componente così importante per la qualità del taglio. Il labbro del tavolo avvitato, esclusivo di Martin, consente di “riparare” facilmente i danni causati dallo scorrimento di lame di grandi dimensioni. Il tavolo può essere fermato ogni 20 mm, in modo da bloccarlo esattamente nella posizione che risulti più utile in un determinato momento. Sia che si tratti di lavori da eseguire con calibri di taglio o che vi si riponga sopra il materiale, il tavolo resta sempre collocato nel punto in cui è necessario. Ovviamente tutte le superfici che entrano in contatto con il pezzo presentano un’anodizzazione di qualità. La lunghezza del tavolo corrisponde alla lunghezza di taglio.
Lunghezza telaio a squadrare 3,7 m
Larghezza di taglio
Larghezza di taglio opzionale 1.350 mm
Larghezza di taglio 1.350 mm
Larghezza di taglio 850 mm - standard
Fermo parallelo
Il volantino consente di posizionare e regolare con precisione il fermo parallelo dalla posizione di comando in base ad un’indicazione digitale (sincronizzata o integrata nel comando all’altezza degli occhi). Anche l’allentamento/bloccaggio del fermo avviene comodamente dalla posizione di comando.
Volantino per il posizionamento del fermo parallelo
Il fermo parallelo è completamente integrato nel comando Ciò consente tagli precisi in ogni situazione.
Posizionamento del fermo parallelo con motore elettrico
Il taglio di pannelli impiallacciati o rivestiti è solo uno dei campi di applicazione del dispositivo a squadrare “Besäumfix”. Questo accessorio viene semplicemente spinto sul righello della squadratrice. Può essere usato per il taglio su fessura come alternativa al laser. La lunghezza del righello è di 1.000 mm.
Dispositivo a squadrare "Besäumfix”
Gruppo incisore
Il gruppo regola la posizione di incisione di sinistra/destra in base ai dati lama memorizzati, in modo specifico e completamente automatico. L’altezza d’incisione viene stabilita elettronicamente, anche la regolazione è automatizzata. I percorsi di regolazione dei due assi sono indicati in modo chiaro e facilmente comprensibile, per cui la regolazione di precisione eventualmente necessaria diventa un gioco da ragazzi. Ovviamente tutte le regolazioni vengono memorizzate e non si perdono quando si spegne il gruppo o la macchina. Una particolarità di questo incisore è il sollevamento/abbassamento pneumatico delle lame di incisione. In questo modo si può attivare il gruppo in pochi secondi e disattivarlo con la stessa rapidità. Ciò riduce l’inquinamento acustico e aumenta la sicurezza. Se la macchina è dotata di questo gruppo incisore, è comunque possibile utilizzare lame principali fino a Ø 500 mm (T65 e T70; T60A e T60C fino a 400 mm) con le lame incisore inserite. Le lame incisore si smontano facilmente per utilizzare lame di max. 550 mm di diametro (T65 e T70). La fornitura non comprende le lame incisore.
Gruppo incisore a 2 assi
La fornitura comprende spessori. Lama 120 mm Ø, foro 22 mm Ø
Lama incisore per incisore a 2 assi
Il sistema di maschere consente di regolare facilmente la larghezza di incisione (da 2,8 a 3,6 mm) nel gruppo incisore fermo La fornitura comprende lame Ø 120 mm
Sistema lama incisore “ScribeMaster” per gruppo incisore a 2 assi
Evidenzia la zona di pericolo dell’incisore durante il funzionamento per mezzo di una luce che aumenta l’attenzione. MARTIN vi offre così un notevole supplemento di sicurezza.
Illuminazione dell’incisore SafeLight
Tavolo trasversale
Il solido tavolo trasversale, leggero nonostante le sue dimensioni di 1.340 x 650 mm, rientra nella dotazione di base di tutte le seghe. Può essere agganciato su tutta la lunghezza del telaio a squadrare, mentre il serraggio avviene comodamente con comando a una mano. Il rullo agevola la collocazione e il prelievo di pezzi di grandi dimensioni e impedisce il danneggiamento della superficie e del bordo. Una grande scala di angolazione consente tagli angolari esatti tra 0° e 50° con una semplice rotazione del fermo longitudinale. La regolazione graduata fissa, integrata con precisione nel tavolo in un unico passaggio, facilita il taglio rapido di angoli comuni (0°/22,5°/30°/45°).  
Tavolo trasversale standard 1.340 x 650 mm
Da oltre 50 anni il tavolo trasversale a parallelogramma MARTIN introduce nuovi standard in fatto di flessibilità. Per tagli angolari precisi e accurati in pannelli di grandi dimensioni o in piccole bordature, il tavolo trasversale a parallelogramma offre una base perfetta nel punto preciso dove questa è richiesta. Con un solo gesto è possibile allentare il solido dispositivo di blocco 0° e posizionare il tavolo in base al display a LCD nel campo ± 46°. Grazie al braccio orientabile in 3 pezzi (modello di utilità tutelato), né un’eventuale struttura rotante del braccio né un braccio che sporge sul tavolo hanno ripercussioni negative. Quando si regola l’angolo, non di rado la distanza che si crea tra il fermo longitudinale e la lama ha rappresentato un problema, ad esempio nella lavorazione di listelli sottili. Per cambiare l'angolo, basta che l’operatore spinga il fermo longitudinale contro il fermo creato con il ParaGlider, lavorando così sempre con una distanza minima tra il fermo longitudinale e la lama.
Tavolo trasversale a parallelogramma
L’appoggio si può estrarre in continuo fino a 750 mm, con rullo per proteggere il pezzo.
Appoggio estraibile per tavolo trasversale standard
Se si lavora con lunghezze di taglio > 3,7 m, è necessario sostenere il tavolo trasversale con un supporto a rulli direttamente sul pavimento. Il supporto a rulli sostituisce il braccio di sostegno della macchina. Il supporto a rulli non può essere combinato con il tavolo trasversale a parallelogramma. Per la lavorazione di materiale grande e pesante è anche possibile combinare più tavoli trasversali con supporto a rulli in una macchina.
Supporto a rulli per tavolo trasversale standard
L’appoggio si può estrarre in continuo fino a 750 mm, con rullo per proteggere il pezzo.
Appoggio estraibile per tavolo trasversale a parallelogramma
Con questa opzione ricevete un ulteriore tavolo trasversale standard per la vostra macchina. Da utilizzare come tavolo integrativo; per le macchine senza braccio orientabile è necessario un supporto a rulli.
Tavolo trasversale standard aggiuntivo 1.340 x 650 mm
Se si lavora con lunghezze di taglio > 3,7 m, in generale è necessario sostenere il tavolo trasversale con un supporto a rulli direttamente sul pavimento, al posto del braccio di sostegno. Il supporto a rulli è necessario anche se si intende utilizzare con la macchina un tavolo trasversale aggiuntivo, ad esempio per lavorare pannelli grandi e pesanti. Per la lavorazione di materiale grande e pesante è anche possibile combinare più tavoli trasversali con supporto a rulli in una macchina. Il supporto a rulli non può essere combinato con il tavolo trasversale a parallelogramma.  
Supporto a rulli aggiuntivo per tavolo trasversale standard
Fermo longitudinale
Gli esperti ritengono che la regolazione di precisione sia una caratteristica di qualità irrinunciabile di un buon fermo longitudinale. Spesso si rende necessario modificare la misura del taglio di una piccolezza, il che è praticamente impossibile senza una regolazione di precisione. Tanto meglio, dunque, che in questo fermo i due elementi di fermo siano provvisti di una regolazione di precisione con lente d’ingrandimento. Il fermo longitudinale si caratterizza anche per la scorrevolezza delle slitte di fermo. I due corsoi di fermo scorrono su cuscinetti radenti lineari di qualità in polimero ad alte prestazioni resistente all'usura e possono essere utilizzati per l’intera lunghezza della squadra guida. Il fermo longitudinale può essere utilizzato nelle posizioni anteriore e posteriore del tavolo trasversale senza necessità di sollevarlo, mediante semplice scivolamento. In entrambe le posizioni si può regolare l’angolo di inclinazione di 50° in continuo secondo la scala. Per qualsiasi angolo, il comando calcola comodamente e con esattezza la misura di taglio corretta.
Fermo longitudinale con appoggio continuo
In questo fermo longitudinale con appoggio a 2 punti l’indicazione della misura avviene analogicamente, ossia tramite scala. A differenza dell’esecuzione con appoggio continuo, in questo fermo il pezzo poggia su due punti. Solo in questo modo si possono praticare esattamente ad angolo anche i tagli leggermente concavi, ad esempio quelli causati da tensioni del pannello. Grazie alla scala ben leggibile mediante lente d’ingrandimento e alla regolazione di precisione di serie per l’elemento di fermo interno, è possibile regolare lunghezze di taglio da 190 a 2020 mm rapidamente e con estrema precisione. Il serraggio rapido consente di cambiare rapidamente da una misura all’altra dell’elemento di fermo che scorre su cuscinetti a sfere e di tagliare fino a 3310 mm di lunghezza con il fermo estensibile. Se si preferisce lavorare con misure digitali esatte, il fermo longitudinale digitale è la scelta giusta: il fermo interno e quello esterno funzionano con dispositivi di misurazione indipendenti e sono dunque regolabili separatamente con una precisione al decimo. Ogni indicazione può essere convertita nell’indicazione di misura relativa, ad es. per praticare velocemente tagli a misura in catena.
Fermo longitudinale analogica con appoggio a 2 punti
In questo fermo longitudinale con appoggio a 2 punti l’indicazione della misura avviene digitalmente, ossia mediante indicazioni elettroniche. A differenza dell’esecuzione con appoggio continuo, in questo fermo il pezzo poggia su due punti. Solo in questo modo si possono praticare esattamente ad angolo anche i tagli leggermente concavi, ad esempio quelli causati da tensioni del pannello. Grazie alle indicazioni digitali ben leggibili e alla regolazione di precisione di serie per l’elemento di fermo interno, è possibile regolare lunghezze di taglio da 190 a 2020 mm rapidamente e con estrema precisione. Il serraggio rapido consente di cambiare rapidamente da una misura all’altra dell’elemento di fermo che scorre su cuscinetti a sfere e di tagliare fino a 3310 mm di lunghezza con il fermo estensibile. Il fermo longitudinale digitale è sempre la scelta giusta: il fermo interno e quello esterno funzionano con dispositivi di misurazione indipendenti e sono dunque regolabili separatamente con una precisione al decimo. Ogni indicazione può essere convertita nell’indicazione di misura relativa, ad es. per praticare velocemente tagli a misura in catena.
Fermo longitudinale digitale con appoggio a 2 punti
In questo fermo longitudinale con appoggio continuo l’indicazione della misura avviene analogicamente, ossia tramite scala. A differenza della cosiddetta esecuzione a 2 punti, questo modello dispone di appoggi di fermo di grandi dimensioni e il pezzo poggia completamente sul fermo. Ciò risulta ideale, ad esempio, quando si lavora con materiale sottile e flessibile. Il materiale da tagliare viene livellato dal fermo e dunque tagliato a misura. Come in un appoggio a 2 punti, l’elemento di fermo interno può essere regolato esattamente con la regolazione di precisione e la lente di ingrandimento a scala. Il serraggio rapido dell’elemento di fermo consente di cambiare rapidamente la misura tra 205 e 2020 mm, mentre con il fermo estraibile si possono regolare lunghezze fino a 3310 mm. Se si preferisce lavorare con misure digitali esatte, il fermo longitudinale digitale è la scelta giusta: il fermo interno e quello esterno funzionano con dispositivi di misurazione indipendenti e sono dunque regolabili separatamente con una precisione al decimo. Ogni indicazione può essere convertita nell’indicazione di misura relativa, ad es. per praticare velocemente tagli a misura in catena
Fermo longitudinale analogico con appoggio continuo
In questo fermo longitudinale con appoggio continuo l’indicazione della misura avviene digitalmente, ossia mediante indicazioni elettroniche. A differenza della cosiddetta esecuzione a 2 punti, questo modello dispone di appoggi di fermo di grandi dimensioni e il pezzo poggia completamente sul fermo. Ciò risulta ideale, ad esempio, quando si lavora con materiale sottile e flessibile. Il materiale da tagliare viene livellato dal fermo e dunque tagliato a misura. Le indicazioni digitali ben leggibili e la regolazione di precisione di serie per l’elemento di fermo interno con bloccaggio rapido dell’elemento di fermo consentono di cambiare rapidamente la misura tra 205 e 2020 mm, mentre il fermo estensibile consente di regolare lunghezze fino a 3310 mm. Il fermo longitudinale digitale è sempre la scelta giusta: il fermo interno e quello esterno funzionano con dispositivi di misurazione indipendenti e sono dunque regolabili separatamente con una precisione al decimo. Ogni indicazione può essere convertita nell’indicazione di misura relativa, ad es. per praticare velocemente tagli a misura in catena.
Fermo longitudinale digitale con appoggio continuo
Non disponibile per T70 e T75 o per il fermo longitudinale pesante con appoggio a 2 punti e i corrispondenti fermi reclinabili.
Elemento di fermo analogico aggiuntivo per fermo longitudinale standard
Non disponibile per i fermi longitudinali standard della T60A, della T60C e della T65.
Elemento di fermo analogico aggiuntivo a 2 punti
Non disponibile per i fermi longitudinali standard della T60A, della T60C e della T65.
Elemento di fermo digitale aggiuntivo a 2 punti
Non disponibile per i fermi longitudinali standard della T60A, della T60C e della T65.
Elemento di fermo analogico aggiuntivo a 2 punti
Non disponibile per i fermi longitudinali standard della T60A, della T60C e della T65.
Elemento di fermo digitale aggiuntivo a 2 punti
Non disponibile per i fermi longitudinali standard della T60A, della T60C e della T65.
Elemento di fermo analogico ribaltabile aggiuntivo
Non disponibile per il fermo longitudinale standard della T60A, della T60C e della T65
Elemento di fermo digitale reclinabile aggiuntivo
Non disponibile per i fermi longitudinali standard della T60A, della T60C e della T65.
Elemento di fermo analogico ribaltabile aggiuntivo
Non disponibile per il fermo longitudinale standard della T60A, della T60C e della T65
Elemento di fermo digitale reclinabile aggiuntivo
Fermo di smussatura
Il fermo a funzionamento analogico si caratterizza per la grande precisione di regolazione dovuta alla scala di angolazione di grandi dimensioni; gli smussi possono essere praticati da due lati. Oltre al preciso taglio angolare, nella maggior parte dei casi è necessaria anche una lunghezza esatta del pezzo. Per questo è stata prevista una compensazione della lunghezza per dieci angoli preferiti (0°, 5°, 10°, 15°, 22,5°, 30°, 45°, 50°, 60° e 67,5°). I fermi possono essere utilizzati reciprocamente e consentono lunghezze di taglio di 90 – 1.375 mm. Una caratteristica saliente del MitreX è il legno antischegge registrato come modello di utilità, che assicura tagli senza strappi e risulta almeno altrettanto utile per i tagli su fessura. Il bloccaggio con una mano agevola il fissaggio al telaio a squadrare. Il fermo è molto stabile e tuttavia leggero e viene fornito con supporto a parete.
Fermo obliquo doppio analogico MitreX
Questo fermo a funzionamento digitale si caratterizza per la grande precisione di regolazione dovuta alla grande scala di angolazione e all’indicazione aggiuntiva dell'angolo (risoluzione 0,01°). Gli smussi possono essere praticati da due lati. Oltre al preciso taglio angolare, nella maggior parte dei casi è necessaria anche una lunghezza esatta del pezzo. Per questo è stata prevista una compensazione della lunghezza per dieci angoli preferiti (0°, 5°, 10°, 15°, 22,5°, 30°, 45°, 50°, 60° e 67,5°). I fermi possono essere utilizzati reciprocamente e consentono lunghezze di taglio di 90 – 1.375 mm. Una caratteristica saliente del MitreX è il legno antischegge registrato come modello di utilità, che assicura tagli senza strappi e risulta almeno altrettanto utile per i tagli su fessura. Il bloccaggio con una mano agevola il fissaggio al telaio a squadrare. Il fermo è molto stabile e tuttavia leggero e viene fornito con supporto a parete.
Fermo obliquo doppio digitale MitreX
Estensione del piano di appoggio
La superficie del tavolo è di circa 600 x 350 mm ed è reclinabile. L’accessorio non è disponibile per telai a squadrare di 1,9 m di lunghezza.
Tavolo anteriore, ribaltabile
Il “secondo piano di appoggio” è molto utile per lavorare pannelli grandi e funge da appoggio per il lavoro con la squadra di bisellatura. In combinazione con il “fermo parallelo per telaio a squadrare”, l’accessorio può essere utilizzato come semplice ausilio per il taglio parallelo.
Secondo piano di appoggio
Il fermo parallelo viene semplicemente applicato al “secondo piano di appoggio”. L’accessorio consente tagli paralleli fino a 800 mm sul telaio a squadrare. Il “secondo piano di appoggio” è condizione imprescindibile.
Fermo parallelo per “secondo piano di appoggio”
Dispositivo di bloccaggio
Il montaggio avviene in qualsiasi punto del telaio a squadrare. Altezza di serraggio massima 150 mm, corsa di serraggio 10 mm.
Pressore eccentrico, manuale
Il montaggio avviene in qualsiasi punto del telaio a squadrare. Il dispositivo di serraggio dispone di un cilindro pneumatico di sicurezza, la corsa del cilindro è di 0 - 100 mm.
Dispositivo di serraggio pneumatico con comando radio
Per estendere le funzionalità della vostra squadratrice, MARTIN offre un’intelligente barra di pressione per il telaio a squadrare. Essa consente di tagliare agevolmente pannelli sottili, laminato Resopal o piallacci. Con un’altezza di corsa di 100 mm e una forza di pressione di 800 N, è possibile lavorare in sicurezza e con precisione anche pezzi grandi. Per posizionare il pezzo con precisione, la barra di pressione può essere usata anche con il fermo longitudinale. Quest’ultimo può essere posizionato alla fine o all’inizio della barra o tra gli elementi di pressione. Sono possibili anche tagli angolari. A tale scopo i segmenti di pressione “interferenti” vengono semplicemente disattivati rimanendo nella posizione superiore. Per un uso rapido e intuitivo, la barra di pressione è provvista di un listello di comando continuo che consente di usare il dispositivo da qualsiasi posizione sul telaio a squadrare. Come si può immaginare, la messa in funzione della barra di pressione è facile. Viene collocata direttamente sul telaio a squadrare, avvitata a quest’ultimo in due punti e collegata al tubo dell’aria compressa della macchina. Fatto. Lunghezza di taglio massima con fermo longitudinale in posizione avanti o indietro: 1.590 mm, 1 elemento di serraggio azionato 1.095 mm, max. lunghezza del pezzo senza fermo longitudinale: lunghezza del telaio a squadrare meno 160 mm.
Barra di pressione pneumatica 1,9 m
Per estendere le funzionalità della vostra squadratrice, MARTIN offre un’intelligente barra di pressione per il telaio a squadrare. Essa consente di tagliare agevolmente pannelli sottili, laminato Resopal o piallacci. Con un’altezza di corsa di 100 mm e una forza di pressione di 800 N, è possibile lavorare in sicurezza e con precisione anche pezzi grandi. Per posizionare il pezzo con precisione, la barra di pressione può essere usata anche con il fermo longitudinale. Quest’ultimo può essere posizionato alla fine o all’inizio della barra o tra gli elementi di pressione. Per un uso rapido e intuitivo, la barra di pressione è provvista di un listello di comando continuo che consente di usare il dispositivo da qualsiasi posizione sul telaio a squadrare. Come si può immaginare, la messa in funzione della barra di pressione è facile. Viene collocata direttamente sul telaio a squadrare, avvitata a quest’ultimo in due punti e collegata al tubo dell’aria compressa della macchina. Fatto. Lunghezza di taglio massima con fermo longitudinale in posizione avanti o indietro: 2.690 mm, 2 elementi di serraggio azionati insieme da 1.095 mm, max. lunghezza del pezzo senza fermo longitudinale: lunghezza del telaio a squadrare meno 160 mm.
Barra di pressione pneumatica 3,0 m
Per estendere le funzionalità della vostra squadratrice, MARTIN offre un’intelligente barra di pressione per il telaio a squadrare. Essa consente di tagliare agevolmente pannelli sottili, laminato Resopal o piallacci. Con un’altezza di corsa di 100 mm e una forza di pressione di 800 N, è possibile lavorare in sicurezza e con precisione anche pezzi grandi. Per posizionare il pezzo con precisione, la barra di pressione può essere usata anche con il fermo longitudinale. Quest’ultimo può essere posizionato alla fine o all’inizio della barra o tra gli elementi di pressione. Per un uso rapido e intuitivo, la barra di pressione è provvista di un listello di comando continuo che consente di usare il dispositivo da qualsiasi posizione sul telaio a squadrare. Come si può immaginare, la messa in funzione della barra di pressione è facile. Viene collocata direttamente sul telaio a squadrare, avvitata a quest’ultimo in due punti e collegata al tubo dell’aria compressa della macchina. Fatto. Lunghezza di taglio massima con fermo longitudinale in posizione avanti o indietro: 2.990 mm, 2 elementi di serraggio azionati insieme da 1.250 mm, max. lunghezza del pezzo senza fermo longitudinale: lunghezza del telaio a squadrare meno 160 mm.
Barra di pressione pneumatica 3,3 m
Per estendere le funzionalità della vostra squadratrice, MARTIN offre un’intelligente barra di pressione per il telaio a squadrare. Essa consente di tagliare agevolmente pannelli sottili, laminato Resopal o piallacci. Con un’altezza di corsa di 100 mm e una forza di pressione di 800 N, è possibile lavorare in sicurezza e con precisione anche pezzi grandi. Per posizionare il pezzo con precisione, la barra di pressione può essere usata anche con il fermo longitudinale. Quest’ultimo può essere posizionato alla fine o all’inizio della barra o tra gli elementi di pressione. Per un uso rapido e intuitivo, la barra di pressione è provvista di un listello di comando continuo che consente di usare il dispositivo da qualsiasi posizione sul telaio a squadrare. Come si può immaginare, la messa in funzione della barra di pressione è facile. Viene collocata direttamente sul telaio a squadrare, avvitata a quest’ultimo in due punti e collegata al tubo dell’aria compressa della macchina. Fatto. Lunghezza di taglio massima con fermo longitudinale in posizione avanti o indietro: 3.390 mm, 3 elementi di serraggio azionati, 2 da disattivare separatamente da 908 mm, lunghezza massima del pezzo senza fermo longitudinale: lunghezza del telaio a squadrare meno 160 mm.
Barra di pressione pneumatica 3,7 m
Il sistema di serraggio e fermo per la squadratrice serve a tagliare i pezzi in modo ergonomico, sicuro e razionale. Il nuovo sistema costituisce un’efficace dispositivo di sicurezza che può essere montato e regolato in un batter d’occhio senza necessità di utensili. Quando si tagliano pezzi inclinati, corti, sottili e cuneiformi di grandezze diverse, capita spesso di ignorare le norme sulla sicurezza del lavoro, semplicemente perché senza di loro si presume di lavorare più velocemente. Il nuovo dispositivo di sicurezza per squadratrici pone fine alle scuse, perché permette di lavorare in sicurezza senza perdere tempo, velocemente e senza utensili. Il sistema di serraggio e fermo è disponibile in una versione standard e una comfort. Per entrambe le varianti, un pannello organizzatore da montare sulla parete assicura che i singoli componenti del dispositivo di protezione siano sempre al loro posto e velocemente accessibili. Il set è costituito dai seguenti elementi:
  • 1 fermo di alimentazione
  • 1 guida ausiliaria obliqua
  • 1 dispositivo di serraggio orientabile
  • Piastra di montaggio a parete
Sistema di serraggio e fermo standard
Il sistema di serraggio e fermo per la squadratrice serve a tagliare i pezzi in modo ergonomico, sicuro e razionale. Il nuovo sistema costituisce un’efficace dispositivo di sicurezza che può essere montato e regolato in un batter d’occhio senza necessità di utensili. Quando si tagliano pezzi inclinati, corti, sottili e cuneiformi di grandezze diverse, capita spesso di ignorare le norme sulla sicurezza del lavoro, semplicemente perché senza di loro si presume di lavorare più velocemente. Il nuovo dispositivo di sicurezza per squadratrici pone fine alle scuse, perché permette di lavorare in sicurezza senza perdere tempo, velocemente e senza utensili. Il sistema di serraggio e fermo è disponibile in una versione standard e una comfort. Per entrambe le varianti, un pannello organizzatore da montare sulla parete assicura che i singoli componenti del dispositivo di protezione siano sempre al loro posto e velocemente accessibili. Il set è costituito dai seguenti elementi:
  • 1 fermo di alimentazione
  • 1 guida ausiliaria obliqua
  • 2 guide ausiliarie sottili
  • 2 dispositivi di serraggio orientabili
  • Piastra di montaggio a parete
Sistema di serraggio e fermo comfort
Altri accessori
Questo commutatore può essere posizionato liberamente sul telaio a squadrare grazie al cavo a spirale. È possibile appoggiare il commutatore dietro la traversa di guida, a destra.
Interruttore di accensione/spegnimento per gruppo sega principale e gruppo incisore
Altro
Solo dominando perfettamente una macchina se ne può trarre il massimo vantaggio. Le istruzioni approfondite da parte da un tecnico di stabilimento di MARTIN vi aiutano a sfruttare appieno la vostra macchina MARTIN.
Istruzioni / messa in funzione
Per le vostre macchine MARTIN offriamo servizi di ispezione e manutenzione su misura. Potrete così mantenere la disponibilità e la precisione della vostra macchina per anni.
Ispezione / manutenzione sul posto a cura di tecnici di stabilimento secondo lo schema di manutenzione MARTIN
Per l'uso del Configuratore, ruotare il dispositivo di 90°.
Riceverà una nostra offerta non vincolante
T60C
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.